Intercultura blog

Lingua italiana e intercultura

Il condizionale passato

giovedì 15 settembre 2011

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, il sole splende ancora su tutta l’Italia e l’estate non sembra voler finire, ma intanto noi ricominciamo a studiare la lingua italiana. Oggi vedremo come si forma e come si usa il condizionale passato.

Buona lettura!

Prof. Anna

Prima di vedere nel dettaglio la formazione del condizionale passato, provate a leggere il seguente dialogo, facendo particolare attenzione all’uso di entrambe le forme del condizonale: presente e passato.

Marco: Il prossimo fine settimana ho intenzione di andare con alcuni amici a fare una scampagnata fuori città, in un bellissimo posto in cui sono già stato tempo fa, ti andrebbe di venire?

Katia: Ti ringrazio, sarei venuta volentieri, ma purtroppo non posso, ho già preso un altro impegno.

Marco: Mi dispiace, avrei dovuto dirtelo prima!

Katia: Non ti preoccupare, non sarei potuta venire comunque. Il mese scorso la mia amica Laura, che vive a Torino, mi ha detto che sarebbe venuta a trovarmi e le ho promesso che saremmo andate al mare nel fine settimana. Potresti venire con noi!


Marco: Mi piacerebbe molto, ma non vorrei essere invadente, forse vuoi passare del tempo da sola con la tua amica.

Katia: Non ti preoccupare, sono sicura che farebbe piacere anche a lei!

Marco: Va bene, anche se mi sarebbe piaciuto farti vedere quel posto fuori città, ma sarà per un’altra volta.

Katia: Sicuramente. Allora ci sentiamo nel fine settimana.

FORMAZIONE DEL CONDIZIONALE PASSATO

Il condizionale passato si forma:

condizionale dei verbi essere o avere + participio passato del verbo

mangiare vedere venire
io avrei mangiato io avrei visto io sarei venuto
tu avresti mangiato tu avresti visto tu saresti venuto
lui-lei avrebbe mangiato lui-lei avrebbe visto lui-lei sarebbe venuto
noi avremmo mangiato noi avremmo visto noi saremmo venuti
voi avreste mangiato voi avreste visto voi sareste venuti
loro avrebbero mangiato loro avrebbero visto loro sarebbero venuti

ESSERE: io sarei stato/a; tu saresti stato/a; lui-lei sarebbe stato/a; noi saremmo stati/e; voi sareste stati/e; loro sarebbero stati/e.

AVERE: io avrei avuto; tu avresti avuto; lui-lei avrebbe avuto; noi avremmo avuto; voi avreste avuto; loro avrebbero avuto.

USI DEL CONDIZIONALE PASSATO

Come il condizionale presente, anche il condizionale passato si usa per esprimere:

un desiderioavrei voluto comprare quel vestito;

una notizia smentita dai fatti→ secondo le previsioni sarebbe stata una bella giornata, invece piove!

un dubbio→ non sapevano dove sarebbero andati in vacanza;

una supposizione→ i ladri sarebbero entrati dalla finestra;

un’opinione→secondo me, avresti dovuto studiare di più;

un consiglio→ non avresti dovuto mangiare così tanto;

il condizionale passato indica un fatto che poteva realizzarsi nel passato, ma non è stato possibile perchè non c’erano le condizioni: avrei voluto aiutarti, ma non ne ho avuto il tempo;

il condizionale passato si usa per esprimere un’azione futura dal punto di vista del passato:

Mario mi ha detto (azione passata) che avrebbe preso (azione futura rispetto al passato) in affitto una casa la mare; sapevo che Luca sarebbe tornato presto a trovarci.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Scegli la frase corretta:
    • C'era un bel concerto ieri sera, mi piacerebbe tanto andarci.
    • C'era un bel concerto ieri sera, mi sarebbe piaciuto tanto andarci.
    • C'era un bel concerto ieri sera, mi avrebbe piaciuto tanto andarci.
  2. Scegli la frase corretta:
    • Credevo che venivi alla festa ieri sera.
    • Credevo che verresti alla festa ieri sera.
    • Credevo che saresti venuta alla festa ieri sera.
  3. Scegli la frase corretta:
    • Mi avevi promesso che fai la spesa e invece il frigorifero è vuoto.
    • Mi avevi promesso che avresti fatto la spesa e invece il frigorifero è vuoto.
    • Mi avevi promesso che faresti la spesa e invece il frigorifero è vuoto.
  4. Scegli la frase corretta:
    • Scusi, mi passerebbe l'acqua, per favore?
    • Scusi, mi avrebbe passato l'acqua, per favore?
    • Scusi, mi passi l'acqua, per favore?
  5. Scegli la frase corretta:
    • Verrei con voi, ma era troppo stanco.
    • Venivo con voi, ma ero troppo stanco.
    • Sarei venuto con voi, ma ero troppo stanco.
  6. Scegli la frase corretta:
    • Pensavo che rimarresti a cena da noi.
    • Pensavo che saresti rimasto a cena da noi.
    • Pensavo che rimanevi a cena da noi.
  7. Scegli la frase corretta:
    • L'altro giorno avrei rivisto volentieri Maria, ma lei era già partita.
    • L'altro giorno rivedrei volentieri Maria, ma lei era già partita.
    • L'altro giorno rivedevo volentieri Maria, ma lei era già partita.
  8. Scegli la frase corretta:
    • Scusami per come mi sono comportato ieri sera, non credevo che ti arrabbiavi.
    • Scusami per come mi sono comportato ieri sera, non credevo che ti saresti arrabbiata.
    • Scusami per come mi sono comportato ieri sera, non credevo che ti arrabbieresti.
  9. Scegli la frase corretta:
    • Alex avrebbe comprato quel libro, ma non aveva più soldi.
    • Alex comprerebbe quel libro, ma non aveva più soldi.
    • Alex sarebbe comprato quel libro, ma non aveva più soldi.
  10. Scegli la frase corretta:
    • Non mi avevano detto che partirebbero ieri.
    • Non mi avevano detto che sarebbero partiti ieri.
    • Non mi avevano detto che partono ieri.

113 commenti all'articolo “Il condizionale passato”

  1. Odilson Vargas dice:

    Sono studente d´Italiano, e me piace questa intercultura. Abbraccio a tutti voi.
    Odilson
    Vitória – ES. (Brasil)

  2. craciun lilly dice:

    Grazie prof Anna!!! molto interesante!!!

  3. Maria dice:

    In Olanda l’estate non ha mai cominciato. Abbiamo avuto molto sole nella primavera ma nell’ estate solamente pioggia e tempesta. Mi sarebbe (!!) piacuto molto abitare in Italia quest’estate!
    Grazie per la Sua spiegazione del conditionale passato. E ciaro!
    Un affettuoso saluto
    Maria

  4. Eloídio José Salvador dice:

    Prof. Anna

    Questo argomento è venuto in un buon momento perché sarà il tema della mia prossima lezione.

    Ti ringrazio tantissimo,

    Eloídio

  5. inilceia possato dice:

    scusa, ho fatto tre sbaglio in questa lezione, bisogno imparare meglio… grazie

  6. Prof. Anna dice:

    Cara Maria, un saluto anche a te!
    Prof. Anna

  7. Prof. Anna dice:

    Carp Odilson, benvenuto su Intercultura blog!
    A presto
    Prof. Anna

  8. alphonse dice:

    Grazie mille Prof. Anna. Sto imperando bene, le spiegazioni sono chiare.

  9. maria gracia dice:

    ringrazio tanto l’essercizio, io abito in Argentina, guardo tutti y giorni la RAI, per avvere contatto con la lingua pero mi sembra che qualque volta non si usi bene questa forma verbale.

  10. Francisco dice:

    Grazie mille Prof. Anna, per questo Blog, è molto interessante. Sono di Venezuela e mi piace tantissimo la lingua italiana, ma non ho qualcun altro per parlare italiano.
    Di nuevo, grazie tante…

  11. magda dice:

    Complimenti prof. Anna per questo programma !E molto utile per tutti noi ,( io sto imparando la lingua italiana e mi aiuta tanto ). Se avrei saputo prima , adesso sarrei stata tanto avansata con le mie conoscienze della lingua italiana ! Grazie , Magda

  12. Prof. Anna dice:

    Ciao Maria Grazia, benvenuta su Intercultura blog!
    A presto
    Prof. Anna

  13. Prof. Anna dice:

    Grazie a te Francisco per il tuo commento e benvenuto sul nostro blog.
    Un saluto
    Prof. Anna

  14. daniela dice:

    Ciao Prof.Anna ho una domanda:quando il testo dice che una persona fa promesse per il futuro che non avrebbe rispettato, io facio i rimproveri uso il condizionale semplice o Passato ? nell’
    esempio dice: mamma prometto che l’anno prossimo sarò più stidioso.Sarò anche più paziente non farò più i caprici, non litiguerò più con mia sorella……
    Resp.Carla, avevi promesso che quest’anno(come devo seguire?)
    Grazie a presto

  15. Prof. Anna dice:

    Cara Daniela, in questo caso ci vuole il condizionale passato perchè si tratta di un azione futura ripetto ad una passata: avevi promesso (azione passata) che quest’anno saresti stata (azione futura rispetto a quella precedente) più studiosa.
    Un saluto
    Prof. Anna

  16. Aye dice:

    Anch’io sono Argentina ed è un piacere avere contatto con la lingua in questa maniera. Imparo tantissimo! Grazie mille!!

  17. Prof. Anna dice:

    Cara Aye benvenuta su Intercultura blog!
    A presto
    Prof. Anna

  18. daniela dice:

    Grazie mille Prof. Anna

  19. Roberto dice:

    Grazie, Anna. È stato molto utile. Grazie!
    RRoberto

  20. Isi dice:

    Cara prof. Anna- quando ce dubio o esprimere opinione (( mi sembra), non e necessario usare il congiuntivo?

  21. Prof. Anna dice:

    Cara Isi, quando c’è un dubbio introdotto da “non so se” uso il condizionale: non so se faresti bene ad andare con lui; mentre se è introdotto da espressioni come “non sono sicuro che” o “dubito che” ci vuole il congiuntivo: dubito che loro stiano bene; mentre per quanto riguarda un’opinione, usiamo il condizionale nelle frasi indipendenti: secondo me dovresti lavorare di meno, e anche nelle dipendenti oggettive: credo che dovresti lavorare di meno; usiamo il congiuntivo nelle frasi dipendenti da verbi di opinione come “credere”, “sembrare”, “pensare”: penso che tu debba lavorare di meno.
    A presto
    Prof. Anna

  22. Isi dice:

    Molto grazie
    Isi

  23. Kie dice:

    Cara prof.Anna, ho fatto gli esercizi e ho risposto totti bene, ma faccio sempre confusione di condizionale e congiuntivo.

  24. sandra sila dice:

    Mille grazie, anche io sono molto aiutada per te.

  25. deborah dice:

    grazie prof l ho fatte di nuovo bene mi incoraggi !

  26. Prof. Anna dice:

    Molto bene Deborah!
    Un saluto
    Prof. Anna

  27. Ilga dice:

    Salve Prof. Anna!
    Ho una domanda sulla Sua risposta ?21. Lei ha fatto un esempio: credo che dovresti lavorare di meno. E poi ha aggiunto: usiamo il congiuntivo nelle frasi dipendenti da verbi di opinione come “credere”, “sembrare”, “pensare”. Però nell’esempio iniziale è stato usato proprio il verbo “credere” al condizionale. Mi spieghi per favore che differenza c’è? Perché a volte ho dei bubbi su quale tempo scegliere?

  28. elena dice:

    Buon giorno Prof. Anna
    ho dei dubbi:si deve dire: mi sarebbe piaciuta se avessi avuto voglia di venire..o se avrebbe avutovoglia..grazie tanto.

  29. Prof. Anna dice:

    Cara Ilga, il condizionale viene usato nelle proposizioni dipendenti oggettive, nell’esempio il verbo usato era “credere”, ma possiamo anche usare il condizionale dopo verbi che non esprimono un dubbio (dico che dovresti studiare di più), mentre questo non è possibile per il congiuntivo che viene usato dopo verbi che esprimono un’opinione (credo), un dubbio (dubito), una volontà (voglio) o un sentimento (spero); per quanto riguarda la scelta tra il condizinale e il congiuntivo dopo il verbo “credere”, il condizionale esprime un’opinione in maniera più gentile (credo che dovresti studiare di più) rispetto al congiuntivo (credo che tu debba studiare di più), sono comunque entrambe corrette.
    A presto
    Prof. Anna

  30. Prof. Anna dice:

    Cara Elena, sono corrette le frasi:
    mi sarebbe piaciuto se (tu) avessi avuto voglia di venire; mi sarebbe piaciuto se (lui-lei) avesse avuto voglia di venire.
    A presto
    Prof. Anna

  31. Ilga dice:

    Cara Prof. Anna,
    La ringrazio per la Sua risposta. Ci sono, su questo blog, da anno e lo trovo molto utile!
    Poco fa, quando sono stata in Italia, ho finalmente acquistato il vostro libro Noi Due. Devo dirLe che ne sono rimasta contenta, è un manuale veramente buono!
    Grazie per esistere.

  32. Prof. Anna dice:

    Cara Ilga, grazie per il tuo commento.
    Un saluto
    Prof. Anna

  33. Anete dice:

    Gentili Professori!

    Sono insegnante e ho un dubbio nelle frasi sotto:

    Numero 1 – …………. cambiare la mia moto con una più grossa, ma non ne ho trovata ancora una usata a buon prezzo. Nelle chiavi viene la risposta VORREI, perché non posso usare AVREI VOLUTO.

    Numero 2 – Domenica prossima (fare) ………….. questa gita con voi, ma purtroppo non potrò venirci perché sarò all’estero. Nelle chiavi viene la risposta FAREI, perché non posso usare AVREI FATTO.

    Distinti Saluti

    Insegnante AMBM

  34. Prof. Anna dice:

    Cara Anete, nella frase 1 è corretto “vorrei” perché la seconda frase “ma non ne ho trovata ancora una …” ci fa capire che il soggetto della frase sta ancora cercando una moto (non ne ho trovata ancora una), quindi il verbo “volere” va al condizionale presente in quanto esprime un desiderio nel presente; mentre se per esempio la frase fosse stata “…cambiare la mia moto con una più grossa, ma poi ho non ne ho avuto la possibilità” in questo caso potevamo usare il condizionale passato perchè si tratta di un desiderio nel passato; anche nel caso della frase 2 si tratta di un desiderio nel presente.
    Un saluto
    Prof. Anna

  35. CORINA dice:

    Vorrei prendere il CELI 3 quest’anno ma non posso piu’ andare a scuola per stranieri,dove andavo ogni mercoledì sera.Come posso ri
    solvere questo problema?Sarei grata se Lei vorrebbe aiutarmi in qu
    alche modo.Dispongo di tanto tempo libero,grazie

  36. Prof. Anna dice:

    Cara Corina, puoi utilizzare gli articoli e gli esercizi di questo blog per studiare e ripassare gli argomenti che ti interessano, se poi hai dei dubbi non esitare a scrivermi.
    Un saluto
    Prof. Anna

  37. Genevieve dice:

    Ciao prof.anna mi figlia ha un compito e ce scritto che devo traformare le frasi al condizionale presente e al condizionale passato di questa farse:I miei compagni preferiscono l’aranciata.Grazie
    GENEVIEVE CASAS

  38. Prof. Anna dice:

    Cara Genenieve: condizionale presente: il miei compagni preferirebbero l’aranciata; condizinale passato: i miei compagni avrebbero preferito l’aranciata.
    Un saluto
    Prof. Anna

  39. Chommica dice:

    Vorrei ringraziarla su questo argomento,tutti i spiegazioni sono chieri. Adesso vado a scuola solo un giorno a settimana, ma vorrei studiare di piu’, pero’ per fortuna ho trovato il vostro blog che mi aiutano di imparare tanto.. Buona serata .. Chommica

  40. Daniela dice:

    Cara Prof. Anna,

    Nella frase numero 6 dell’esercizio, non dovrebbe esserci il congiuntivo? “pensavo che rimanessi a cena” .
    O forse si puo’ usare il condizionale perche’ quel “pensare” e’ piu’ una convinzione che un dubbio? (ero convinto che saresti venuto… )
    GRAZIE!

  41. Prof. Anna dice:

    Cara Daniela, la scelta del modo e del tempo verbale della subordinata dipende dal rapporto temporale tra la principale e la subordinata, in questo caso si usa il condizionale passato per esprimere poteriorità rispetto alla principale (pensavo), cioè un’azione futura dal punto di vista del passato; mentre il congiuntivo imperfetto (rimanessi) esprime un raporto di contemporaneità tra principale (pensavo) e la subordinata.
    Un saluto
    Prof. Anna

  42. anonimo dice:

    quindi scusate l ignoranza, ma; se avesse partecipato alla guerra è sbagliato?

  43. Marin from Congo -Brazzaville dice:

    Gentile Professoressa Anna,
    Ho letto qualcosa che non mi sembra chiaro. Percio, vorrei che me lo spiegasse per favore. Qualcuno ha scritto cosi:
    Se avrei saputo prima, adesso sarei stata tanta avanzata con le mie conoscenze della lingua Italiana. La frase correta non sarebbe cosi: se sapevo prima, adesso sarei stata tanta avanzata con le mie conoscenze della lingua Italiana.? oppure se avessi saputo prima, adesso sarei stata tanta avanzata con le mie conoscenze della lingua Italiana.?

  44. Prof. Anna dice:

    Caro lettore, la frase che mi scrivi non è scorretta.
    A presto
    Prof. Anna

  45. Prof. Anna dice:

    Cara Marin, la frase corretta è “se avessi saputo prima, adesso sarei ad un livello più avanzato di conoscenza della lingua italiana”; non è espresso il complemento oggetto di “avessi saputo prima” (se avessi saputo prima cosa?), se è qualcosa di cui si è già parlato, qualcosa che è noto, in italiano si usa un complemento diretto (se lo avessi saputo prima).
    A presto
    Prof. Anna

  46. Marin from Congo -Brazzaville dice:

    Cara Professoressa Anna,
    Grazie per la sua risposta. Vorrei informare la professoressa che sono un uomo.
    A presto
    Marin,

  47. frasi d'amore dice:

    complimenti per il blog..

  48. Prof. Anna dice:

    Caro Marin, mi spiace, ma a volte non è facile capirlo solo dal nome!
    Un saluto
    Prof. Anna

  49. Stefan dice:

    Mi farebbe 10 frasi con il condizionale

  50. Stefan dice:

    Mi farebbe 10 frasi con il condizionale passato

  51. Prof. Anna dice:

    Caro Stefan, prova tu a fare qualche frase con il condizionale presente e passato e poi inviamele in modo che io le possa correggere.
    Un saluto
    Prof. Anna

  52. Rocio dice:

    Qual è corretto, “quando è cominciato a piovere ero già tornato a casa”, o “quando ha cominciato a piovere ero già tornato a casa”

  53. Prof. Anna dice:

    Caro Rocio, il verbo “cominciare” può avere entrambi gli ausiliari: “essere” quando è usato in maniera intransitiva (lo spettacolo è già cominciato) e “avere” quando è usato transitivamente (hai cominciato il tuo nuovo lavoro?); nel caso che mi proponi però è corretto sia usare “essere” che “avere”.
    A presto
    Prof. Anna

  54. Ema dice:

    Ciao ragazzi,
    e’ bellissimo qst sito.
    Un bacio!

  55. Prof. Anna dice:

    Cara Ema, benvenuta su Intercultura blog!
    A presto
    Prof. Anna

  56. Tatsuji dice:

    Gentile prof.ssa Anna,
    vorrei farla una domanda sul dialogo. Nella seconda frase, perche’ Katia ha detto: “…, sarei venuta volentieri, …”? Si puo’ dire: “…, vorrei venire volentieri, …”?
    Cordiali saluti.
    Tatsuji

  57. Prof. Anna dice:

    Caro Tatsuji, “sarei venuta” è passato, mentre “vorrei venire” è presente.
    Un saluto
    Prof. Anna

  58. Tatsuji dice:

    Gent. prof.ssa Anna,
    la ringrazio per la sua risposta, ma non capisco bene perche’, in questo caso, si usa il condizionale passato per la azione futura (rispetto al presento). Non mi sembra che sia la azione futura “rispetto al passato”. Anzi, in questo caso, il condizionale passato viene usato per esprimere un desiderio, non e’ vero? Allora perche’ non si puo’ usare il condizionale presento?
    Grazie molte.
    Tatsuji

  59. Prof. Anna dice:

    Caro Tatsuji, in questo caso il condizionale passato esprime un’azione che non si può realizzare sia nel presente che nel futuro; non sarebbe comunque scorretto dire “verrei volentieri” ma in questo caso significherebbe che c’è la possibilitò che questo eventi si realizzi; mentre se dico “ci sarei venuto” significa che non c’è la possibilità che questo evento si realizzi.
    Un saluto
    Prof. Anna

  60. Tatsuji dice:

    Gentlissimo prof.ssa Anna, ho capito bene la differenza.
    Grazie molto.

  61. antonella dice:

    ecco il dubbio dopo aver pronunciato la frase…il lupo promise a chi avrebbe tolto l’osso dalla sua gola una lauta ricompensa oppure …il lupo promise a chi avesse tolto …?
    il lupo promise a chi avrebbe tolto l’osso dalla sua gola che gli avrebbe dato una ricompensa oppure il lupo promise a chi avesse tolto l’osso dalla sua gola che gli avrebbe dato una ricompensa? le sarei grata se sciogliesse i miei dubbi dandomi qualche spiegazione a proposito.grazie

  62. Prof. Anna dice:

    Cara Antonella, è corretto usare il congiuntivo: il lupo promise una lauta ricompensa a chi avesse tolto l’osso dalla sua gola; in questo caso usiamo il congiuntivo per esprimere la sfumatura eventuale dell’azione.
    Un saluto
    Prof. Anna

  63. ANTONELLA dice:

    gent.ma Prof.ssa,nelle seguenti frasi c è qualche errore?
    -HO VISTO DELLE MELE E ne ho compratE 3
    -NE HO COMPRATA UNA
    -NE HO COMPRATO 1KILO
    -NE ho compratI 2 kili?O ne ho comprato 2 kili?

    NE è PARTIC.PRONOMINALE CON FUNZIONE DI COMPL.DI SPECIFICAZIONE ? LE CHIEDO SE è CORRETTO USARE INDIFFERENTEMENTE “HO COMPRATO” IN TUTTE LE SUDDETTE FRASI UNA SPIEGAZIONE CIRCA LA CONCORDANZA DELLA VOCE VERBALE CON IL NOME.

  64. dario dice:

    Gentile Prof.ssa
    Ho un dubbio realtivo alla costruzione di un periodo.Le spiego prima ciò che vorrei dire.Ho visto uno spettacolo che mi è piaciuto tanto , l’ho rivisto e mi è piaciuto come la prima volta.Quale delle due è la forma corretta? La prima volta che ho visto questo spettacolo non pensavo CHE QUANDO L’AVREI RIVISTO mi sarebbe piaciuto come la prima volta oppure non pensavo CHE QUANDO L’AVESSI RIVISTO?E’ il rapporto temporale tra la principale e la subordinata a sancire l’opzione corretta?In questo caso credo che dovrei utilizzare il condizionale passato per esprimere il futuro nel passato infatti l’azione descritta nella subordinata,quella di guardare di nuovo lo spettacolo, è futura rispetto alla principale, giusto? Volendo rendere il periodo meno complesso, credo sarebbe corretto utilizzare il gerundio:La prima volta che ho visto questo spettacolo non pensavo che rivedendolo mi sarebbe piaciuto come la prima volta.
    La ringrazio in anticipo per l’attenzione che vorrà dedicare al mio quesito.Saluti.

  65. Prof. Anna dice:

    Cara Antonella, le frasi che mi scrivi sono corrette (ne ho comprati 2 chili), ti consiglio di leggere questo articolo sulla concordanza del participio passato: http://www.zanichellibenvenuti.it/wordpress/?p=3388
    Se poi hai ancora dei dubbi, non esitare a scrivermi.
    Un saluto
    Prof. Anna

  66. Prof. Anna dice:

    Caro Dario, la frase con il condizionale passato è corretta, ma anche quella con il gerundio, e, come dici giustamente anche tu, risulta meno complessa; se tu dovessi scriverla, ti consiglierei di mettere sia “quando l’avrei rivisto” e “rivedendolo” tra due virgole.
    Un saluto
    Prof. Anna

  67. wanda dice:

    vorrei chiederLe la forma più corretta fra le due espressioni seguenti:
    grazie per esserci venuto a trovare
    grazie per essere venuto a trovarci

    un saluto

  68. Prof. Anna dice:

    Cara Wanda, sono corrette entrambe le forme.
    Un saluto
    Prof. Anna

  69. Hadi dice:

    ciao , se io volessi dire a qualcuno che lui o lei nel passato ha fatto una cosa che è stato sbagliato come devo dire ?

  70. salvina dice:

    Grazie prof Anna tutto cio che publica mi è di un grande aiuto e mi piace il sito

  71. Prof. Anna dice:

    Caro Hadi, non so esattamente cosa vuoi esprimere, prova a formulare tu la frase, poi io posso correggerla e darti dei suggerimenti.
    A presto
    Prof. Anna

  72. Prof. Anna dice:

    Cara Salvina, mi fa molto piacere.
    A presto
    Prof. Anna

  73. Hadi dice:

    grazie per aver risposto .
    Io vorrei dire ad altra persona che lui doveva fare qualcosa .
    per esempio mio amico una settimana fa ha fatto un sbagliato e io lo dico che doveva fare cosi che è gousto .

  74. elisa dice:

    vorrei chiederle e’ corretto dire se io starei tutto il giorno a casa mi arrabbierei molto? grazie .

  75. elisa dice:

    e giusto dire se io starei tutti i giorni a casa

  76. Lilia dice:

    Questo sito è una isola dei tesori!
    Sono molto felice di aver trovato.
    Grazie mille.
    Abito in Russia e studio italiano!
    Un abbraccio forte

  77. Prof. Anna dice:

    Caro Hadi, non sapendo esattamente l’argomento della conversazione posso solo farti un esempio molto generico: “avresti dovuto fare così” oppure “non avresti dovuto comportarti in questo modo”.
    A presto
    Prof. Anna

  78. Prof. Anna dice:

    Cara Elisa, la frase che mi scrivi non è corretta, si tratta di un periodo ipotetico della possibilità, quindi: se io stessi in casa tutto il giorno, mi arrabbierei molto. Ti consiglio di ripassarlo leggendo questo articolo: http://www.zanichellibenvenuti.it/wordpress/?p=3565
    A presto
    Prof. Anna

  79. Prof. Anna dice:

    Cara Lilia, benvenuta su Intercultura blog!
    A presto
    Prof. Anna

  80. Manfred dice:

    Gentile Professoressa Anna
    Sono corretti le due frase seguenti?
    - Se fossi rimasta nel vecchio ufficio, dubito che fossi più soddisfatto o saresti più soddisfatto.
    - Un anno fa ho creduto che terminerei i miei studi tra tre anni ma attualmente vedo che avro ancora tre anni.
    Grazie e ciao
    Manfred

  81. Prof. Anna dice:

    Caro Manfred, è corretta: se fossi rimasta nel vecchio ufficio, saresti più soddisfatta; mentre la seconda non è corretta, ma si deve dire: un anno fa ho creduto che avrei terminato i miei studi tra tre anni.
    Un saluto
    Prof. Anna

  82. Hadi dice:

    ciao prof,ssa
    nel dialogo di Marco e Katia , quando dice ” Ti ringrazio, sarei venuta volentieri … ” , io non capisco perche usiamo condizionale passato .
    anche nella frase di Marco che dice ” Va bene, anche se mi sarebbe piaciuto farti vedere quel posto … ” , perche non usiamo il futuro interiore ?
    grazie

  83. Hadi dice:

    anche altra domanda :
    quale è differenza fra queste due frasi ?
    1. credo che dovresti studiare di piu .
    2. credo che tu debba studiare di piu .

  84. Prof. Anna dice:

    Caro Hadi, usiamo il condizionale passato anche per esprimere un’azione futura dal punto di vista del passato; nel primo caso sarebbe stato corretto anche usare il condizionale presente, mentre nel secondo caso non sarebbe stato corretto usare il futuro anteriore perché si tratta di desiderio.
    A presto
    Prof. Anna

  85. Prof. Anna dice:

    Caro Hadi, la prima frase esprime un consiglio, la seconda un’opinione personale più incisiva, entrambe le frasi sono corrette.
    Un saluto
    Prof. Anna

  86. Hadi dice:

    grazie mille

  87. Stefano dice:

    Salve prof. Anna,
    Ho letto recentemente questa frase su un’articolo online, e mi e’ venuto un dubbio sulla forma ma non sono sicuro.
    E’ corretto dire:
    “Se dovrebbe esserci un giocatore ormai avvezzo alla faccia più brutta della varianza, quello dovrebbe essere Sam Trickett”.
    Non dovrebbe cominciare con “Se dovesse esserci”, o sbaglio?
    Salve

  88. Martina dice:

    Salve , si può dire. “Non perché non avessi voluto farti gli auguri ..??

  89. Prof. Anna dice:

    Caro Stefano, la tua ipotesi è corretta.
    A presto
    Prof. Anna

  90. Prof. Anna dice:

    Cara Martina, dipende dal contesto, ma la frase non è scorretta.
    Un saluto
    Prof. Anna

  91. paola zoe dice:

    Salve, ho un dubbio sull’uso del condizionale. E’ corretta l’ affermazione : mi avresti inviato un messaggio!?!
    Si tratta di un’azione che poteva essere eseguita nel passato ma che il diretto interessato non ha potuto o voluto fare.
    Grazie
    Paola

  92. Prof. Anna dice:

    Cara Paola, la frase che mi scrivi è corretta.
    A presto
    Prof. Anna

  93. vale dice:

    Cara prof. Anna io sono italiana e le tue lezioni mi servono tantissimo specialmente adesso che sono in prima superiore e stiamo ripassando questi argomenti. Baci vale

  94. veronica dice:

    Ragazzi ho un dubbio. Nell affermazione del tipo: “mi aveva detto che mi avrebbe chiamato quando sarebbe arrivato”, è corretto l uso dei verbi??

  95. veronica dice:

    Prof. ho un dubbio. Nell affermazione del tipo: “mi aveva detto che mi avrebbe chiamato quando sarebbe arrivato”, è corretto l uso dei verbi??

  96. Prof. Anna dice:

    Cara Veronica, la frase che mi scrivi è corretta.
    Un saluto
    Prof. Anna

  97. beatrice dice:

    proff Anna io o paura delle medie e se non sono in grado di farcela? … e se a un interrogazione vado male ?? io o paura che cosa posso fare?AIUTO

  98. beatrice dice:

    proff sono sempre io ma avendo giocato e’ gerundio passato?????

  99. Prof. Anna dice:

    Cara Beatrice, non devi avere paura (attenzione: si scrive “ho paura”), se farai del tuo meglio andrà tutto bene.
    Un saluto
    Prof. Anna

  100. Prof. Anna dice:

    Cara Beatrice, è gerundio passato.
    A presto
    Prof. Anna

  101. Rico dice:

    Non vedo perché lui non avrebbe dovuto accettare o dovesse? Questo lui ha accettato di firmare un contratto. “Non vedo” è un tempo presente, per questo, può essere seguito dal condizionale passato? dato che quest’ultimo tempo richiede un passato nella subordinata?

    Distinti saluti

    Rico

  102. Prof. Anna dice:

    Caro Rico, se la subordinata vuole esprimere posteriorità rispetto alla reggente si usa il condizionale presente: non vedo perché non dovrebbe accettare.
    A presto
    Prof. Anna

  103. Rico dice:

    “Io non voglio esprimere alcuna posteriorità rispetto alla reggente”, ma un fatto già avvenuto, concluso: “Non vedo perché lui non avrebbe dovuto accettare o dovesse?”

    DIstinti salui

    Rico

  104. Prof. Anna dice:

    Caro Rico, poui usare il condizionale presente: “…non dovrebbe accettare”.
    Un saluto
    Prof. Anna

  105. riccardo dice:

    Buongiorno, la mia domanda si rivolge più alla forma che alla esistenza della frase “sono stata telefonata” in quanto chiara la coniugazione del verbo stesso, ma nonostante ciò io continuo a trovare la frase una espressione dialettale…. io magari sbagliando non riesco ad usarla…. ritengo più corretto dire “mi ha chiamato al telefono il Sig…. o il vostro ufficio…”.Ringrazio anticipatamente per la Vostra cortese risposta.

  106. Prof. Anna dice:

    Caro Riccardo, non è corretta la forma “sono stata telefonata” in quanto la forma passiva è possibile solo con i verbi transitivi con il complemento oggetto espresso e “telefonare” è intransitivo, quindi è certamente più corretto dire “mi ha chiamato (o mi ha telefonato) il Sig….).
    Un saluto
    Prof. Anna

  107. Chicca dice:

    Te l’ho detto che lavoro facesse…. E’ una frase corretta?

  108. Candido Lorenzo dice:

    Molto chiaro e diretto, grazie

  109. Prof. Anna dice:

    Cara Chicca, potresti anche dire “te l’ho detto che lavoro faceva”.
    A presto
    Prof. Anna

  110. ILARIA dice:

    Buonasera prof.Anna,volevo sapere se questa frase è giusta: “vorrei chiederti un favore…se per caso avresti un libro..se tu ce l’avessi,mi faresti davvero un grande favore…”
    Ecco,volevo sapere se il primo “avresti”,andrebbe invece sostituito con “avessi”…E se si volesse mantenere “avresti”,andrebbe invece levato il se nella prima frase?La ringrazio tanto.

  111. Francesco dice:

    Se dovresti bere come faresti si può dire ?

  112. Prof. Anna dice:

    Caro Francesco, la frase non è corretta, meglio: “se dovessi bere come faresti?”.
    A presto
    Prof. Anna

  113. Prof. Anna dice:

    Cara Ilaria, meglio sostituire “avresti” con “avessi” come tu stessa suggerisci.
    A presto
    Prof. Anna

Lascia un commento

I commenti saranno pubblicati solo dopo l'approvazione del redattore.